tre eventi da non perdere

 

SABATO 21 GENNAIO  ore 21.00

 “MI HANNO AMMASTATO”

Spettacolo Teatrale con Loris Di Pasquale
Partendo dalla vicenda dell’anarchico Pinelli, attraversando i fatti del G8 di Genova per arrivare a raccontare della morte di Federico Aldrovandi. Coloro che dovrebbero rispettare le leggi e proteggere i cittadini spesso, facendosi scudo dell’uniforme, diventano artefici di illegalità e di gravissimi atti di abuso.
Introduzione a cura di: Simone Pieranni giornalista del Manifesto e di Ilaria Bracaglia

DOMENICA 22 GENNAIO, ore 17,00

Per la Rassegna JuniorMAGO MANCINI  SHOW

di e con Mago Mancini — Produzione Makkekomiko
Alessandro Mancini, in arte Mago Mancini, aspetta tutti i bimbi per proporre uno show comico e magico che miscela Cabaret e Magia.
Ah, e aspetta anche i genitori per fare la magia di farli tornare bambini!
Di sketch in sketch, impercettibilmente diverso uno dall’altro, tutto il pubblico sarà catapultato in un mondo divertente e surreale diventando fin dalle prime battute protagonista e ritrovandosi immerso in un’esplosione di energia, improvvisazione e divertimento. Età consigliata: 5-12 anni.

DOMENICA 22 GENNAIO  Ore 21,00

“RIBELLE E MAI DOMATA”

Spettacolo Teatrale e Musicale a cura di Costanza Calabretta,  in collaborazione con il Circolo Gianni Bosio

Canti e Racconti di una Famiglia Antifascista Romana con la partecipazione :
Matilde D’Accardi
Nicola Sorrenti
Sara Modigliani
Roberta Bartoletti
Massimo Lella
Gabriele Modigliani

Librandia La città di carta

Domenica 15 Gennaio ore 17.00

Ispirato a “La città dei libri sognanti” di Walter Moers
Drammaturgia di Carlotta Piraino
Regia di Lorenzo Montanini
con Carlotta Piraino, Daniel Plat e Mersia Valente
Produzione MaloSpettacolo
Età consigliata: 7-12 anni
I libri sono veramente in grado di far sognare?
Una storia dalle tinte gotiche alla ricerca dell’autore di un prezioso manoscritto, misterioso e sconosciuto, perso nei meandri della città di Librandia, un luogo magico fatto interamente di libri, librerie, locande dove si legge, luogo pullulante di intrattenimenti letterari, spettacoli e concerti, in cui l’unica (e pericolosa) attività è quella di fare o commerciare arte.
Un’avventura avvincente e grottesca dove il “libro” è il protagonista assoluto.
Una storia per raccontare ai ragazzi il valore dell’arte e dove leggere diventa un’esperienza sconquassante e potente!
Tra cultura pop e tradizione classica, Librandia è un racconto sul lato oscuro e magico della letteratura.

….. a seguire MERENDA

Ingresso a sottoscrizione fino ad esaurimento posti 5 € bambini, 7 € adulti + 1 € tessera adulti nuovi associati

Menomale che è Natale

Domenica 18 Dicembre ore 17.00

Libera rivisitazione del “Canto di Natale” di Charles Dickens
con Alessandra Cappuccini e Andrea Onori

Un classico della letteratura quale il “Canto di Natale” di C. Dickens affascina e diverte raccontandoci dei tre spiriti del Natale – Passato, Presente e Futuro – che vengono in soccorso dei nostri piccoli spettatori per vivere questa festa al di là dell’imperante senso consumistico e mangereccio.

Produzione Circomare Teatro
Età consigliata: 4-10 anni

….. a seguire MERENDA

Ingresso a sottoscrizione fino ad esaurimento posti 5 € bambini, 7 € adulti + 1 € tessera adulti nuovi associati

GOLDEN HE

Sabato 10 Dicembre ore 21,00

Drammaturgia e Regia : Carlotta Piraino
Con : Carlotta Piraino e Fabrizio Bordignon
Video: Marco Rizzariimmagine

Due atlete tedesche aspettano di gareggiare per la Germania durante le
Olimpiadi di Berlino del 1936. Condividono la stessa stanza. Una è ebrea, l’altra è
un uomo. La Germania costretta dalle pressioni internazionali, deve far
partecipare gli atleti ebrei se vuole ospitare le Olimpiadi. La Germania, che vuole
dimostrare di essere la Nazione più forte, deve fare in modo che i suoi atleti
vincano il maggior numero di medaglie d’oro. Così mette un’ebrea tra gli ariani e un
uomo tra le donne.

La fine dello spettacolo sarà accompagnato dal tradizionale piatto di pasta e vino.
Ingresso a contributo € 7 per i soci. Tessera annua Associativa €1

Concerto per ricordare Piazza Fontana

Il Circolo GIANNI BOSIOlogo-bosiotrasparente

 

piazza-fontana005-1000x600

Presenta

QUELLA SERA A MILANO ERA CALDO

Concerto per ricordare la Strage di PIAZZA FONTANA

GIOVEDI’ 8 DICEMBRE 2016, ORE 21,00

Per anni, il 12 dicembre è stato segnato da manifestazioni di massa in tutta Italia: è una data di quel Calendario Civile nato dal basso che segna la memoria dei movimenti del mondo popolare. Per questo ricordiamo questa data con un concerto dedicato alla grande canzone politica di quegli anni, prima e dopo il 12dicembre 1969: perché la canzone fu uno dei linguaggi che  tennero viva la coscienza di un opposizione, una cultura alternativa che, rifiutando di credere alle menzogne delle istituzioni, crearono un altro racconto e un’altra memoria.

 Con: Piero Brega, Susanna Buffa, Lucilla Galeazzi, Patrizia Nasini,Orietta Orengo

Ingresso a sottoscrizione 10 euro
Alla fine del concerto tradizionale piatto di pasta e vino

Giampiero Mazzone

giampiero-mazzone-fotoSABATO 3 dicembre ORE 21.00

Gianni Cilia (Chitarra) — Leonardo Mattiello (Basso) — Giulio Porega (Percussioni) Tony Brunetti (Tastiere, Fisarmonica)

Il cantautore già vincitore del Premio Città di Recanati e Premio Fabrizio De André torna con un sorprendente lavoro discografico Cent’anni  è il titolo di un progetto musicale che comprende 10 brani scritti nell’arco di molti anni che ben disegnano il suo percorso artistico, umano e culturale, in un’evoluzione stilistica sempre protesa alla ricerca di sonorità diverse rispetto alle esperienze precedenti

 

La fine dello spettacolo sarà accompagnato dal tradizionale piatto di pasta e vino.
Ingresso a contributo € 7 per i soci. Tessera annua Associativa €1

Canusìa musica popolare del lazio

 

SABATO 19 NOVEMBRE ORE 21.00canusia

A noi piace pensare che a muovere le cose della vita sia il desiderio, come un seme che vuole andare il più lontano possibile per far nascere nuovo albero. Un sogno, un’utopia. Per questo ci chiamiamo Canusìa che nel nostro dialetto significa appunto desiderio. Il dialetto di Sezze e dei Monti Lepini, da dove proveniamo, è la lingua di gran parte delle nostre canzoni. La nostra musica nasce quindi nella bellezza e nelle asprezze di questo territorio che ha una storia antichissima fatta di miti ed epiche lotte.

Ospite della serata la cantante folk Lucilla Galeazzi